• Formazione - Salute e sicurezza sul lavoro
    Lavoratori, preposti, dirigenti, addetti alle emergenze (pronto soccorso e antincendio), addetti all'uso di attrezzature (es. carrelli elevatori, PLE, gru,...), ecc.

Antincendio e aggiornamento – I nostri corsi

I nostri corsi

Lavoratori, dirigenti e preposti

Addetti emergenze

Addetti uso attrezzature

Rappresentante lavoratori

  • RLS (rappresentante dei lavoratori)
  • Aggiornamento RLS

-> Catalogo corsi




Richiedi un corso

Addetti antincendio ed emergenza: formazione e aggiornamento

Corsi per addetti antincendio (DM 10/03/1998)

AntincendioTutti i lavoratori incaricati, ai sensi dell’art. 18 comma 1 lettera b) del DLgs 81/2008, a svolgere la funzione di addetto antincendio, devono seguire un apposito corso di formazione secondo quanto disposto dal DM 10/03/1998.

Il nostro studio organizza corsi interi e di aggiornamento. Per maggiori informazioni: contattaci.

DM 10/03/1998 e gruppi

Tutte le aziende o le unità produttive sono classificate, tenuto conto della tipologia di attività svolta, del numero dei lavoratori occupati e dei fattori di rischio, in tre gruppi, sulla base dei quali sono definiti in particolare l’organizzazione interna del pronto soccorso nonché le durate e i contenuti dei corsi di formazione:

  • Basso rischio: rientrano in tale categoria di attività quelle non classificabili a medio ed elevato rischio e dove, in generale, sono presenti sostanze scarsamente infiammabili, dove le condizioni di esercizio offrono scarsa possibilità di sviluppo di focolai e ove non sussistono probabilità di propagazione delle fiamme.
  • Medio rischio: a titolo esemplificativo e non esaustivo rientrano in tale categoria di attività i luoghi di lavoro soggetti a prevenzione incendi (DPR 151/2011), con esclusione delle attività considerate a rischio elevato;  i cantieri temporanei e mobili ove si detengono ed impiegano sostanze infiammabili e si fa uso di fiamme libere, esclusi quelli interamente all’aperto.
  • Alto rischio: a titolo esemplificativo e non esaustivo si riporta un elenco di attività da considerare ad elevato rischio di incendio:
    • a) industrie e depositi di cui agli articoli 4 e 6 del DPR n. 175/1988, e successive modifiche ed integrazioni
    • b) fabbriche e depositi di esplosivi;
    • c) centrali termoelettriche;
    • d) impianti di estrazione di oli minerali e gas combustibili;
    • e) impianti e laboratori nucleari;
    • f) depositi al chiuso di materiali combustibili aventi superficie superiore a 20.000 mq
    • g) attività commerciali ed espositive con superficie aperta al pubblico superiore a 10.000 mq;
    • h) scali aeroportuali, infrastrutture ferroviarie e metropolitane;
    • i) alberghi con oltre 200 posti letto;
    • l) ospedali, case di cura e case di ricovero per anziani;
    • m) scuole di ogni ordine e grado con oltre 1000 persone presenti;
    • n) uffici con oltre 1000 dipendenti;
    • o) cantieri temporanei o mobili in sotterraneo per la costruzione, manutenzione e ripara ione di gallerie, caverne, pozzi ed opere simili di lunghezza superiore a 50 m;
    • p) cantieri temporanei o mobili ove si impiegano esplosivi.

La formazione antincendio e aggiornamento – Contenuti

La formazione degli addetti al pronto soccorso aziendale, in linea con i contenuti previsti dal DM 10/03/1998, prevede in sintesi quanto segue.

RISCHIO DI INCENDIO BASSO (DURATA 4 ORE)

1) L’INCENDIO E LA PREVENZIONE (1 ORA)

  • principi della combustione;
  • prodotti della combustione;
  • sostanze estinguenti in relazione al tipo di incendio,
  • effetti dell’incendio sull’uomo;
  • divieti e limitazioni di esercizio;
  • misure comportamentali.

2) PROTEZIONE ANTINCENDIO E PROCEDURE DA ADOTTARE IN CASO DI INCENDIO (1 ORA)

  • principali misure di protezione antincendio;
  • evacuazione in caso di incendio;
  • chiamata dei soccorsi.

3) ESERCITAZIONI PRATICHE (2 ORE)

  •  presa visione e chiarimenti sugli estintori portatili;
  •  istruzioni sull’uso degli estintori portatili effettuata o avvalendosi di sussidi audiovisivi o tramite dimostrazione pratica.

RISCHIO DI INCENDIO MEDIO (DURATA 8 ORE).

1) L’INCENDIO E LA PREVENZIONE INCENDI (2 ORE)

  • principi sulla combustione e l’incendio;
  • le sostanze estinguenti;
  • triangolo della combustione;
  • le principali cause di un incendio;
  • rischi alle persone in caso di incendio;
  • principali accorgimenti e misure per prevenire gli incendi.

2) PROTEZIONE ANTINCENDIO E PROCEDURE DA ADOTTARE IN CASO DI INCENDIO (3 ORE)

  • le principali misure di protezione contro gli incendi;
  • vie di esodo;
  • procedure da adottare quando si scopre un incendio o in caso di allarme;
  • procedure per l’evacuazione;
  • rapporti con i vigili dei fuoco;
  • attrezzature ed impianti di estinzione;
  • sistemi di allarme;
  • segnaletica di sicurezza;
  • illuminazione di emergenza.

3) ESERCITAZIONI PRATICHE (3 ORE)

  • presa visione e chiarimenti sui mezzi di estinzione più diffusi;
  • presa visione e chiarimenti sulle attrezzature di protezione individuale;
  • esercitazioni sull’uso degli estintori portatili e modalità di utilizzo di naspi e idranti.

RISCHIO DI INCENDIO ELEVATO (DURATA 16 ORE)

1) L’INCENDIO E LA PREVENZIONE INCENDI (4 ORE)

  •  principi sulla combustione;
  • le principali cause di incendio in relazione allo specifico ambiente di lavoro;
  • le sostanze estinguenti;
  • i rischi alle persone ed all’ambiente;
  • specifiche misure di prevenzione incendi; accorgimenti comportamentali per prevenire gli incendi;
  • l’importanza del controllo degli ambienti di lavoro;
  • l’importanza delle verifiche e delle manutenzioni sui presidi antincendio.

2) LA PROTEZIONE ANTINCENDIO (4 ORE)

  • misure di protezione passiva;
  • vie di esodo, compartimentazioni, distanziamenti;
  • attrezzature ed impianti di estinzione;
  • sistemi di allarme;
  • segnaletica di sicurezza;
  • impianti elettrici di sicurezza;
  • illuminazione di sicurezza.

3) PROCEDURE DA ADOTTARE IN CASO DI INCENDIO (4 ORE)

  • procedure da adottare quando si scopre un incendio;
  • procedure da adottare in caso di allarme;
  • modalità di evacuazione;
  • modalità di chiamata dei servizi di soccorso;
  • collaborazione con i vigili del fuoco in caso di intervento;
  • esemplificazione di una situazione di emergenza e modalità procedurali – operative.

4) ESERCITAZIONI PRATICHE (4 ORE)

  • presa visione e chiarimenti sulle principali attrezzature ed impianti di spegnimento;
  • presa visione sulle attrezzature di protezione individuale (maschere, autoprotettore, tute. etc.);
  • esercitazioni sull’uso delle attrezzature di spegnimento e di protezione individuale.

L’intera attività di formazione è rigorosamente svolta da personale competente e specializzato in materia (tecnico abilitato ex L. 818/84).

-> Programmazione prossimi corsi

-> Per maggiori informazioni e per le date dei prossimi corsi: contattaci.