• Acustica
    Acustica edilizia, ambientale, industriale. Rilievi, indagini strumentali e consulenza tecnica.

Valutazione di impatto acustico

Legge n. 447/1995 – Documentazione di impatto acustico

Contesto normativo e riferimenti di legge

La “Legge quadro sull’inquinamento acustico” n. 447 del 26/10/1995, in un’ottica di tutela dell’ambiente esterno e dell’ambiente abitativo dall’inquinamento acustico, ha definito l’obbligo di effettuare la valutazione di impatto acustico in caso di “realizzazione, modifica o potenziamento delle seguenti opere:

  1. a) aeroporti, aviosuperfici, eliporti;
  2. b) strade di tipo A (autostrade), B (strade extraurbane principali), C (strade extraurbane secondarie), D (strade urbane di scorrimento), E (strade urbane di quartiere) e F (strade locali), secondo la classificazione di cui al D.Lgs. 30 aprile 1992, n. 285 , e successive modificazioni;
  3. c) discoteche;
  4. d) circoli privati e pubblici esercizi ove sono installati macchinari o impianti rumorosi;
  5. e) impianti sportivi e ricreativi;
  6. f) ferrovie ed altri sistemi di trasporto collettivo su rotaia.”
Misurazione di impatto acustico

Inoltre “Le domande per il rilascio di concessioni edilizie relative a nuovi impianti ed infrastrutture adibiti ad attività produttive, sportive e ricreative e a postazioni di servizi commerciali polifunzionali, dei provvedimenti comunali che abilitano alla utilizzazione dei medesimi immobili ed infrastrutture, nonchè le domande di licenza o di autorizzazione all’esercizio di attività produttive devono contenere una documentazione di previsione di impatto acustico.”

Nella stessa legge, viene demandato alle Regioni il compito di determinare la modalità e i contenuti esatti della valutazione dell’impatto acustico.

Vengono inoltre demandate ai comuni funzioni quali l’autorizzazione “in deroga” ai limiti previsti dalla legge di attività classificate come temporanee che superano i limiti imposti dalla legge quali cantieri concerti, manifestazioni, servizi di ristoro ambulanti.

Valutazione di impatto acustico: quali obiettivi?

La valutazione di impatto acustico ha lo scopo di stabilire se una nuova opera e/o l’esercizio di una attività esistente avviene o avverrà nel rispetto della normativa acustica vigente.

Nel caso della valutazione previsionale, attraverso una contestuale valutazione dello stato di fatto (senza le opere e le attività in progetto) e quello di progetto (con le opere o le attività in progetto) permette di evidenziare il contributo di rumorosità indotto dalla sola opera o attività in progetto rispetto a quello generata dalle restanti sorgenti di rumore presenti sul territorio.

Qualora le condizioni non siano adeguate, è necessario prevedere un piano di risanamento acustico, che definisca le adeguate misure di bonifica che consentano una adeguata mitigazione del rumore.

Valutazione di impatto acustico: come si sviluppa il servizio?

Il tecnico competente in acustica, quale persona idonea ad effettuare le misurazioni, verificare l’ottemperanza ai valori definiti dalle vigenti norme, redigere i piani di risanamento acustico, svolgere le relative attività di controllo opererà seguendo le seguenti fasi:

  • sopralluogo generale;
  • raccolta delle informazioni sull’opera o l’attività in progetto (e in particolare sulle sorgenti sonore previste);
  • svolgimento delle misure fonometriche;
  • valutazione della conformità ai limiti di legge;
  • eventuale definizione di misure di mitigazione;
  • redazione del documento finale.

Acustica - Aree di intervento

  • Valutazione progettuale delle prestazioni acustiche (requisiti acustici passivi, isolamento acustico o fonoisolamento) di un edificio, conformemente a quanto richiesto dal DPCM 05/12/1997, sulla base dei dati progettuali disponibili.
  • Verifica in opera delle prestazioni acustiche di un edificio (requisiti acustici passivi, isolamento acustico o fonoisolamento - collaudo) conformemente al DPCM 05/12/1997, mediante rilievi strumentali e successiva caratterizzazione nonchè stesura di relazione tecnica illustrativa.
  • Acustica degli ambienti interni:
    • analisi degli ambienti e caratterizzazione acustica strumentale;
    • valutazione di possibili proposte migliorative;
    • progettazione acustica e simulazione del comportamento acustico post - intervento.
  • Valutazione previsionale dell'impatto acustico prodotto da un'opera o attività, basato su rilievi fonometrici per la caratterizzazione dello stato di fatto e successiva stima della situazione prevista (emissione di rumore) con stesura di relazione tecnica illustrativa.
  • Verifica di impatto acustico di un'opera esistente mediante esecuzione di rilievi fonometrici, caratterizzazione dell'impatto acustico e stesura di relazione tecnica illustrativa.
  • Valutazione previsionale del clima acustico in una determinata area in relazione ad un'opera o attività, basato su rilievi fonometrici (acquisizione dei parametri descrittivi del livello di rumore) per la caratterizzazione dello stato di fatto e successiva stima della situazione prevista con stesura di relazione tecnica illustrativa.
  • Verifica di clima acustico di una situazione esistente mediante esecuzione di rilievi fonometrici, caratterizzazione dell'impatto acustico e stesura di relazione tecnica illustrativa.
  • Classificazione acustica del territorio comunale ai sensi del la L. 447/95, mediante la caratterizzazione della situazione acustica esistente, l'analisi degli strumenti urbanistici vigenti e delle previsioni di sviluppo; elaborazione della documentazione tecnica e cartografica.
  • Stesura di regolamenti acustici o regolamenti per le attività in deroga.
  • Verifica delle caratteristiche di emissione sonora di macchine e apparecchiature, conformemente a quanto richiesto dalla direttiva macchine o da norme tecniche specifiche, orientata in particolare alla valutazione del livello di pressione sonora al posto operatore e della potenza sonora emessa dalla macchina.
  • Valutazione dell'esposizione a rumore ai sensi del DLgs 81/2008 mediante rilievi in ambiente di lavoro, calcolo del livello di esposizione e stesura della relazione tecnica di valutazione firmata da tecnico abilitato in acustica.